Alla scoperta di Bari

Bari

Bari

Foto CC BY di SalviF 

 

Le relique di San Nicola riposano qui e anche questo ha contribuito a rendere Bari famosa soprattutto in Occidente. Ma non è solo per questo che ci si innamora di Bari. Le sue stradine del centro storico, il suo mare, la sua gente, sono tutte caratteristiche del capoluogo pugliese.
Il suo passato mercantile che vedeva la città come un remoto crocevia del Mediterraneo, segna il fondamentale rapporto con il mare della città che ne è circondata per ben tre quarti. Ancora oggi le sue solide basi mercantili sono mantenute e infatti il porto di Bari è un punto nevralgico per il commercio e rapprensenta il principale scalo passeggeri del Mar Adriatico. I baresi sono persone estramente simpatiche, socievoli, amabili, cordiali ed ospitali. Sono, a ragione, orgogliosi della loro città.

Chi sceglie di visitare Bari dovrebbe farlo a piedi è bello e semplice passeggiare per le sue strade, i luoghi di maggiore interesse sono tutti vicini tra loro.
La Bari vecchia, il centro storico di Bari, racconta un’antica storia grazie alla quale Bari oggi vanta un ricco patrimonio culturale ed architettonico, la parte vecchia sdrammatizza il quartiere murattiano che invece rappresenta la parte commerciale della città.

La Bari Vecchia si caratterizza da  vicoletti tortuosi e stretti, da palazzi antichi. Ci sono  due piazze attigue, piene di locali: Piazza ferrarese dove si trova il grande mercato ittico e Piazza mercantiledove si trovano il Sedile dei Nobili, l’antica sede del Municipio e la Colonna della giustizia detta anche come “Colonna degli infami”.
Qui venivano legati i ladri perchè subissero gli insulti del popolo.

Ma il cuore di bari  è la Basilica di San Nicola sita proprio al centro della città vecchia, in una larga piazza. Fu edificata con architettura romanica pugliese, tra il 1087 e il 1197 proprio per custodire le relique di San Nicola.
Altro edificio religioso meritevole di visita è Basilica di San Sabino edificata nel Undicesimo secolo. Anche questa Cattedrale è realizzata in stile Romanico Pugliese.
Nel museo Diocesano potrete vedere gli antichi rotoli di pergamena che servivano per la preghiera cantatai canti  del sabato Santo.

Altro luogo meritevole di vista è Palazzo dell’Acquedotto Pugliese che sfoggia un’imponente facciata che perimetra i quattro lati dell’edificio dando al luogo la parvenza di fortezza. Il  suo interno è caratterizzato dallo stile liberty con  grandi affreschi della Sala del Consiglio.

Nel centro del quartiere Murat sorge Palazzo Mincuzzi anch’esso caratterizzata da interni con decorazioni Liberty.
Palazzo Fizzarotti, un impontente edificio che sfoggia diversi stili, sorge in Corso Vittorio Emanuele II . Oggi, oltre ad uso residenziale, ospita un centro polifunzionale.

Bari_Basilica_San_Nicola

Bari, Basilica di San Nicola

Foto CC BY di Carlomorino

E’ in stile neoclassico Palazzo de Gemmis risalente all’Ottocento.

Tra le architetture militari citiamo la fortezza il Castello Normanno-Svevo edificato nel 1131 e caratterizzato da torri quadrate e un profondo fossato. Castello normanno Svevopare “un gigante intento a scrutare l’Adriatico”, oggi è adibito per lo più a mostre di arte contemporanea.

Il Fortino di Sant’Antonio Abate venne invece edificato per difesa.

Ma per tutto il litorale di Bari si possono vedere le torri di avvistamento innalzate durante il medioevo per scopi difensivi.

Tra i musei citiamo il Museo archeologico fondato nel 1875 come Museo provinciale che comprende reperti archeologici puliesi come ceramiche e bronzi.
Il museo è sito all’interno del palazzo Ateneo dell’Università di Bari, in Piazza Umberto I.
Nella Pinacoteca provinciale di Bari sono custodite opere che risalgono al quindicesimo secolo di autori come Bellini, Tintoretto, Vivarini, Veronese, Giordano.
C’è anche una raccolta di opere dell’Ottocento e del Novecento.

Storia, architettura ma anche, ovviamente, mare spiagge e parchi.

Il Parco 2 giugno è il più grande parco di tutto Bari ma non è il solo spazio verde. Ci sono la Pineta di San Francesco, la pineata di Piazza Romita, i giardini pubblici di Piaza Garibaldi e il parzo di Punta Perotti.
Se si nomina Bari non si può non nominare la cucina barese caratterizzata da sapori genuini. Uno dei ristoranti più antichi è “la Pignata” sito in Corso Vittorio Emanuele II dove servono le strafamose orecchiete alle cime di rapa, il ragù di braciola, polpi, spiedini di gamberoni, alici, ricci di mare, filetti di triglie. Il tutto accompagnato da vini eccellenti. Alla “Vineria il pane e le rose” si mangiano squisite insalatine di mare tiepide, e c’è una vasta scelta di salumi e un grande assortimento di vini. Per gli apertitivi pre-ristorante citiamo Caffè Borghese sito in Corso Vittorio Emanue- le II, accanto al Castello Svevo, il Caffè Italiano sito in Via Matarrese.

La serata barese si movimenta nei tanti locali della vittà vecchia
Il 9 maggio Bari festeggia San Nicola con rievocazioni storiche e con una funzione religiosa molto commovente.

Palazzo Mincuzzi Bari

Palazzo Mincuzzi Bari

Foto CC BY di Kodos

Come arrivare in Puglia in auto
La Puglia ha una buona dotazione di infrastrutture stradali. Le principali strade pugliesi sono:

• Autostrade
– Autostrada A14 Bologna-Taranto: detta anche Autostrada Adriatica
– Autostrada A16 Napoli-Canosa di Puglia

• Superstrade e strade statali
– Superstrada Bari-Lecce.
– Strada Statale 16 Bari-Foggia.
– Strada Statale 106 Jonica.
– Strada Bari-Taranto.
– Superstrada Taranto-Brindisi.
– Strada Bari-Matera
– Strada a scorrimento veloce Taranto-Lecce
– Ex Strada Statale 98 Andriese-Coratina.
– Superstrada Foggia-Candela
– Strada Foggia-Gargano
– Strada Lecce-Santa Maria di Leuca
– Strada Otranto-Gallipoli
– Strada Statale 17 dell’Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico.
– Strada statale 172 dei Trulli

Come arrivare in Puglia in Treno
La ferrovia in Puglia si estende complessivamente per circa 800 km di linee; circa 70 le stazioni. La rete fondamentale è costituita da:

• la linea (Bologna-) Chieuti-Foggia-Bari, parte della direttrice costiera Adriatica che collega tra loro i principali centri della regione, da Foggia a Lecce;
• la linea Foggia-Cervaro-Orsara (-Napoli), principale collegamento trasversale con la costa tirrenica.

La rete complementare comprende queste linee:

• la linea Bari-Brindisi-Lecce proseguimento della direttrice Adriatica;
• la linea Taranto-Brindisi;
• la linea Cervaro-Rocchetta S. Antonio Lacedonia;
• la linea Taranto-Ginosa (-Reggio Calabria);
• la linea Barletta-Spinazzola;
• la linea Spinazzola-Gioia del Colle;
• la linea Foggia-Manfredonia.

Come arrivare in Puglia in aereo
In campania sono presenti questi 9 aeroporti
• Aeroporto di Bari-Palese
• Aeroporto di Brindisi-Casale
• Aeroporto Orazio Perozzi
• Aeroporto di Gioia del Colle
• Aeroporto di Foggia-Gino Lisa
• Aeroporto di Foggia-Amendola
• Aeroporto di Lecce-Galatina
• Aeroporto Lepore di Lecce-San Cataldo
• Aeroporto di Taranto-Grottaglie

Come arrivare in Puglia in nave
In  Puglia sono presenti i seguenti porti con le rispettive tratte:

• Il porto di Bari
• Il porto di Brindisi
• Il porto di Taranto
• Il porto di Manfredonia
• Il porto di Barletta prevalentemente mercantile
• Il Porto di Trani
• Il porto di Bisceglie
• Il porto di Molfetta, prevalentemente peschereccio
• Il porto di Monopoli
• Il porto di Otranto è mercantile e turistico
• Il porto di Gallipoli è mercantile e turistico

Un Commento so far.

  1. […] nostro viaggio comincia da Bari una città ricca di monumenti e di luoghi di interesse storico, dove si può visitare il […]