Il fascino dell’Isola di Pianosa

Scoglio del Marzocco e Isola della Scola da Pianosa (LI)

Scoglio del Marzocco e Isola della Scola da Pianosa (LI)

Foto CC BY di Matteo Vinattieri

La sorridente Toscana non finisce mai di stupire e si rivela una destinazione perfetta per ogni stagione e per ogni tipologia di vacanza: colline, montagne, mare, città d’arte, borghi. Non manca proprio niente in questa terra così varia. Uno dei luoghi perfetti per le vacanze marine, se non si amano le folle, è Pianosa.

Siamo in un’isola del Tirreno che si trova a poco più di dieci chilometri dall’isola d’Elba. Siamo in provincia di Livorno, in una zona, lo dice il nome stesso, pianeggiante dove rocce e sabbia si alternano a regalare un paesaggio variegato perfetto per tutti i gusti. Tra le spiagge più note c’è Cala San Giovanni, una spiaggia molto bella di sabbia bianca che non manca di regalare tocchi d’arte: si possono infatti vedere i resti di un’antica villa romana. Come Toscana “comanda” non mancano vigneti ed oliveti.

Ma la caratteristica di Pianosa è un’altra. Questa era la destinazione dei condannati, qui sorgeva infatti un carcere, una vera e propria colonia penale, dove fu detenuto anche il compianto Presidente Sandro Pertini. Fino a che l’istituto ha continuato ad essere attivo, ossia fino al 1999, a Pianosa vigeva il divieto assoluto di sbarco. Un divieto necessario per motivi di sicurezza ma che ha contribuito non poco allo scarso sviluppo turistico di quest’isola abitata da una ventina di abitanti. Ancora oggi, nonostante la cessazione del divieto, vi è una restrizione: i turisti non possono superare i 250 al giorno.

Costa occidentale Pianosa (LI)

Costa occidentale Pianosa (LI)

Foto CC BY di Matteo Vinattieri

Il fascino di quest’isola consiste proprio nel suo alone di mistero, in quell’aria un po’ dismessa, in quello stato di abbandono dove sembrano ancora esserci le tracce degli ex detenuti. Un paese fantasma, tutto da scoprire.
Ecco, fatta questa premessa è ora indispensabile descrivere questo luogo quasi surreale, dove il mare è cristallino, dove aleggia un silenzio monacale, un luogo perfetto per chi cerca il relax. Un luogo che, anche grazie alle restrizioni, è rimasto incontaminato. Ci sono tantissimi ottimi motivi per visitare l’Isola di Pianosa, eccoli elencati.

L’Isola di Pianosa è compresa nel Parco Nazionale dell’arcipelago Toscano atto a tutelare la zona marina.
I suoi fondali marini stupiranno gli amanti delle immersioni: sono infatti tra i più ricchi dell’Arcipelago Toscano merito anche degli oltre cento cinquant’anni di divieto di pesca.

L’ambiente marino è vario e rigoglioso, tanti colori e tante specie affascineranno i sub.
Ma anche la fauna terrestre non scherza: tantissime specie animali hanno scelto questo posto come loro habitat, specie interessanti anche sotto il punto di vista scientifico come alcune entità endemiche.

Per quel che concerne le attrazioni da vedere a Pianosa, citiamo il Forte Teglia è un imponente complesso fortificato che sorge nell’abitato di Pianosa Isola, Palazzo della Specola è un altro complesso fortificato anch’esso all’interno dell’abitato di Pianosa Isola. Le due strutture proteggevano il porto dell’isola.

Porticciolo di Pianosa

Porticciolo di Pianosa

Foto CC BY di Magnus Manske

Per quanto riguarda gli edifici religiosi citiamo la chiesa di San Gaudenzio , la Chiesa di San Nicolò, la Cappella di San Giovanni Battista. E ancora il porto romano di Pianosa, il suo Faro, la Torre di Babele, le Catacombe, risalenti al terzo e quarto secolo e costituite da un fitto intreccio di gallerie, il porto vecchio con le sue mura.

Pianosa, lo ribadiamo, pare quasi essere un luogo fantasma, il turismo di massa qui non è ancora arrivato e la ricettività non è certo pari a quella delle località più vacanziere. Sull’isola di Pianosa si trovano un piccolo bar ristorante e un hotel di 10 camere.

Chi volesse visitare Pianosa anche solo per una giornata può farlo raggiungendo comodamente l’isola dall’Elba. Un bel modo per visitare Pianosa è con un escursione, rigorosamente guidata. Le escursioni si possono fare a piedi o in bicicletta (si può noleggiare la mountan bike)

Per quel che concerne la balneazione il bagno è permesso solo nella spiaggia di cala Giovanna che è sita nei pressi dell’unico bar ristorante.

Come arrivare all’isola di Pianosa
l’isola di Pianosa si può raggiungere con traghetto in partenza da Piombino  o dall’Isola d’Elba (Rio Marina).

Da Piombino e da Rio Marina (Isola d’Elba) solo il martedì con il traghetto della Soc. Toremar.
Per informazioni contattare gli uffici  Toremar di Piombino Tel. 0565 / 31100
o all’Isola d’Elba:di Rio Marina: Tel. 0565 / 962073

Nel periodo estivo é possibile raggiungere Pianosa anche con una motobarca da:
Marina di Campo e/o da Marciana Marina
Isola d’Elba: tutti i giorni nel periodo estivo.