Il fascino culturale e artistico di Milano

Secondo un diffuso luogo comune, la grigia Milano ha ben poche attrattive da offrire ai suoi turisti. Si pensa,  infatti, che oltre al ben noto Duomo, nella capitale economica del nostro Paese ci sia ben poco da ammirare. Tuttavia, la città lombarda è davvero molto ricca anche dal punto di vista culturale e turistico.

Tappa obbligata di un viaggio nella bella Milano è senza ombra di dubbio l’affascinante Duomo, il simbolo indiscusso della città. Costruito per volere di Gian Galeazzo Visconti, il prestigioso monumento è un’importante testimonianza dell’arhitettura gotica, che si manifesta nelle grandi vetrate e nelle affascinanti e ricche decorazioni scolpite. Nella guglia maggiore si staglia la rinomata Madonnina, la statua di rame dorato alta ben 4 metri e tanto cara ai milanesi.

Particolarmente affascinanti anche i Navigli milanesi, tutt’oggi testimonianza della genialità di Leonardo Da Vinci, che alla fine del Quattrocento vi progettò un sistema di chiuse per percorrere il Lago di Como fino a Milano. Suggestiva l’atmosfera offerta dai meravigliosi Navigli, dove oltre a svolgersi la vita notturna milanese in eleganti locali alla moda, è possibile ammirare anche le antiche botteghe artigiane e i lussuosi palazzi d’un tempo con i loro corti colorati.

Assolutamente imperdibile il Castello Sforzesco, importante centro artistico e culturale milanese, poiché al suo interno ospita numerosi interessanti musei: il Museo d’Arte Antica, la raccolta dei mobili e la pinacoteca,  le raccolte d’Arte Applicata e il Museo degli Strumenti Musicali, il Museo della Preistoria e Protostoria e il Museo Egizio.

Milano, inoltre, è la città che custodisce il celeberrimo dipinto di Leonardo Da Vinci, L’ ultima Cena, affrescata nel refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie. L’opera è stata realizzata da leonardo tra il 1494 e il 1498 sulla parete nord della sala, non utilizzando la tecnica ad affresco usata di solito per le pitture a muro, ma dipingendola “a secco”.

Quanti di voi amano l’arte non possono fare a meno di ammirare la meravigliosa Pinacoteca di Brera, sorta nel 1776 con l’obiettivo di ospitare una collezione di importanti opere destinate alla formazione degli studenti. Quando, però, Milano fu proclamata capitale del Regno Italico, nella Pinacoteca trovarono posto anche tutti i dipinti provenienti dai territori acquisiti dai francesi. E’ proprio questa origine politica e di stato a differenziare la Pinacoteca di Brera dagli altri musei italiani, le cui opere provengono piuttosto dalle prestigiose collezioni private dell’aristocrazia di un tempo.

Una visita, infine, merita anche la nota e affascinante Galleria Vittorio Emanuele II, costruita nell’Ottocento.