Messina e i suoi colli

Messina

La Sicilia è l’isola più grande del Mediterraneo, un luogo in cui l’Africa, l’Italia e la Grecia si fondono insieme ma per noi che siamo italiani la Sicilia è la parte al sole del nostro Bel Paese. Un luogo perfetto per le vacanze estive. La Sicilia si trova a sud-ovest della penisola e ad est della Tunisia.Con i suoi due aeroporti principali, Palermo e Catania è facilmente raggiungibile. In Sicilia ci sono davvero tanti bei posti, luoghi che hanno dato ispirazione ad artisti e che hanno ammaliato turisti o gente di passaggio che qui ci ha poi lasciato un pezzetto di cuore.

Duomo Messina

Una delle città che la Sicilia vanta è Messina, la primache troviamo dopo aver lasciato la “terra ferma”. Messina è un’antica ed eroica città che si presenta agli attenti occhi del turista con precisione e regolarità delle forme. Il fatto che dal livello del mare si possano raggiungere i 1130 metri s.l.m. fa compredere la varietà del territorio che, grazie ai suoi colli, regala una vista meravigliosa che spazia dallo Jonio al Tirreno, dall’Etna, alle Eolie.

Messina

A Messina c’è tanto da vedere nonostante l’inclemenza della natura che, seppur ha donato a questo posto una bellezza imbarazzante, ha pur riservato una serie di eventi distruttivi che hanno contribuito alla perdita di monumenti ed opere d’arte. Ma, dicevamo, c’è ancora tanto da vedere. Raccontiamole.

Messina

La Basilica Cattedrale Protometropolitana custodisce tantissime opere d’arte, mosaici, monumenti funebri, statue di santi, un organo che è secondo per grandezza al solo organo del Duomo di Milano. Il suo campanile al 90 metri vanta un orologio la cui complessità fa si che quotidianamente a mezzogiorno al suono meraviglioso dell’Ave Maria di Schubert le figure del campanile prendano vita.

La Chiesa della Santissima Annunziata dei Catalani al cui interno si possono respirare le influenze arabo-bizantine.

La Chiesa concattedrale del Santissimo Salvatore, la Basilica Santuario di S. Antonio da Padova. E ancora il Sacrario di Cristo Re con la sua Campana di Cristo Re in cima alla torre ottagonale del XII secolo.

Sempre a Messina, sul colle della Caperrina si può visitare il Santuario della Madonna di Montalto, e poi la Chiesa di S. Francesco del XIII secolo, solo per citarne alcune. E poi i tantissimi monumenti, i tantissimi musei le numerose fontane che si incontrano passeggiando per le vie e per le piazze di questa meravigliosa città.

Messina

Oltre luoghi di culto e monumenti chi visita Messina non può perdersi le sue aree naturali che regalano vegetazione mediterranea e, in alcuni casi, anche esotica.

E poi la gastronomia che qui a Messina è eccezionale. In primis il pesce fresco cucinato in tutti i modi. Ma anche le braciole e gli eccezionali dolci tipici.