Le più belle spiagge della Sicilia orientale

Quando si pensa alla Sicilia, si pensa sempre a un’isola fatta di sole, mare, sapori e profumi unici. Naturalmente l’isola è questo e molto altro ancora, dato che qui si trovano tantissime bellezze che tutto il mondo invidia al nostro Paese.

Volendo andare alla scoperta delle spiagge più belle della Sicilia orientale, si deve iniziare con il dire che si prenderà in considerazione la zona compresa tra Messina e Portopalo di Capo Passero. In poche parole, quella parte della Sicilia che si affaccia sul Mar Ionio. Incluse in questa parte di isola si trovano le province di Messina, Catania e Siracusa, per un totale di oltre 250 km di costa. Questi numeri fanno già capire che si tratta di una zona meravigliosa, con spiagge uniche e tutte da scoprire.

Come anche in Puglia e in Calabria, anche qui in Sicilia il versante ionico presenta una morfologia abbastanza eterogenea e questo significa che si passa da lunghe distese di sabbia finissima, che si trovano per lo più nella zona della provincia di Siracusa, alle spiagge ciottolose del messinese, senza dimenticare le scogliere del catanese. Tutta questa diversità di paesaggi rende questa zona molto amata, perché soddisfa tutte le esigenze e viene incontro a quelle che sono tutte le preferenze dei turisti.

Le migliori spiagge della Sicilia orientale sono tantissime e sarebbe difficile elencarle tutte. Ci proviamo, comunque, iniziando dalla Tonnara di Vendicari. Nella zona compresa tra Noto e Marzameni, provincia di Siracusa, troviamo questa spiaggia che è assolutamente imperdibile. Si tratta di una riserva naturale istituita nel 1984 e gestita dall’Azienda Regionale Foreste Demaniali. Qui si ha l’accesso gratuito, spiagge sabbiose che si alternano a un pezzo di litorale scoglioso, nonché un mare limpido che va dall’azzurro chiaro al blu profondo. Il posto è poco conosciuto quindi, anche ad agosto, non troverete tanta gente. Tuttavia, per chi è alla ricerca del comfort dei lidi e degli stabilimenti, probabilmente non è la meta ideale, perché non ci sono, dato che stiamo parlando in una riserva: quindi relax assoluto.

Tonnara_di_VendicariFoto CC-BY-SA di Patrice78500

Un’altra spiaggia imperdibile della Sicilia Orientale è quella di Isola Bella. La spiaggia in questione è sicuramente una delle più famose della zona ed è molto amata per una sua peculiarità, ossia i sassolini che formano la spiaggia. La spiaggia di Isola Bella si trova ai piedi di Taormina, della quale è una propaggine collegata da una sottile spiaggia che, in base alle condizioni meteo marine, resta sommersa nella parte centrale. L’isolotto roccioso, ricco di una fitta vegetazione, può essere raggiunto a nuoto o talvolta anche a piedi.Come detto all’inizio, è una delle spiagge più famose della costa e, per questo motivo, consigliamo vivamente di evitarla in agosto, onde evitare di essere sommersi dagli altri bagnanti.

Rimanendo sempre in zona, si trova anche la spiaggia di Calamosche, che viene considerata non solo una delle più belle dell’isola, ma anche una delle più belle in tutta Italia. Qui, del resto, lo spettacolo offerto dalla natura lascia davvero tutti a bocca aperta e, se si considera che in questa zona ci sono anche i resti archeologici di Eloro, si capisce che si tratta di una spiaggia davvero unica. Si estende per 200 metri e si incastona tra due promontori e questa è un’altra caratteristica che, assieme alle acque sempre cristalline, attrae di più i turisti. Anche in questa zona non si trovano molti comfort perché, come detto, si è a pieno contatto con la natura, il mare e il sole.

L’estrema punta sud orientale della Sicilia, invece, è occupata da Capo Passero che è un posto a dir poco incantevole. Qui si trova il punto di incontro tra Mediterraneo e Ionio e, pertanto, la zona è il punto ideale di congiunzione tra due mari. Questo rende Capo Passero una delle spiagge più amate dai siciliani e non solo. Di fronte a questa spiaggia si trova anche l’isola delle Correnti, che altro non è che un isolotto roccioso collegato con la terraferma attraverso un piccolo istmo di terra. Qui ci sono delle piccole casette, ormai disabitate, e una base militare in disuso: tutto questo rende la zona molto suggestiva e da visitare senza dubbio alcuno.

Concludiamo questa carrellata di spiagge mozzafiato con la spiaggia di San Lorenzo, che è una delle più suggestive che si trovano in loco. Si trova nei pressi di Pachino, non distante dalla Tonnara di cui abbiamo parlato sopra ed è caratterizzata da questa lunghissima distesa di sabbia bianca, molto sottile. Le acque sono cristalline come in tutta la zona, ma quello che la differenzia dalle altre spiagge che abbiamo consigliato è la presenza di strutture ricettive e lidi privati nei quali si trovano tutti i comfort. Pertanto, se le altre spiagge sono ideali per tutti gli amanti della natura incontaminata, questa è ideale per coloro che desiderano prendere il sole in un lido organizzato, con la possibilità di usufruire di diversi servizi.

La Sicilia orientale, in ogni caso, è tutta da visitare, dato che ci sono delle tappe obbligatorie che prescindono dalle spiagge. Qualche esempio? Taormina con la sua bellezza mozzafiato, con il teatro greco e la movida notturna.

TaorminaCoastFoto CC-BY-SA di Pjt56

Catania con le sue bellezze, il suo folclore, la vita notturna e non solo. Il sito di Pantalica, non troppo distante da Siracusa, che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO e che racchiude, oltre a un bellissimo bosco, anche un canyon molto suggestivo da vedere. La Val di Noto, che ingloba Ragusa, Ibla, Modica, Scicli e Noto, tutte cittadine molto famose e caratterizzate dal Barocco siciliano, assolutamente unico nel suo genere. Marzameni con i suoi pescatori e le coste dell’Africa in bella vista e, infine, Siracusa, culla della civiltà e massima espressione della Sicilia che fu.

In poche parole, la Sicilia va girata in lungo e in largo, senza fermarsi solo sulle coste o nelle spiagge più belle. Anche le città, sia costiere che più interne, hanno da offrire tanto, così come in tanti siti naturalistici e quelli archeologici. Questa isola non smette mai di stupire e di fare innamorare i turisti.