Tour enogastronomico tra Parma e Bologna

Duomo e Battistero di Parma

Duomo e Battistero di Parma

Foto CC BY-SA di Carlo Ferrari

Ogni nostra regione ha qualche caratteristica che la rende unica rispetto alle altre e che si fa amare per la sua unicità. L’Emilia Romagna è da sempre abbinata alla buona cucina, ai tortellini, al parmigiano e a quella giovialità tipica dei suoi abitanti che sanno accogliere i propri ospiti come pochi altri e che riportano questa accoglienza anche nel piacere di stare a tavola. Un bel tour enogastronomico in Emilia Romagna consente dunque di vistare questa bellissima regione e di assaporare le sue specialità tipiche che vanno dal famosissimo prosciutto di Parma, al saporitissimo Parmigiano Reggiano, allo squisito Aceto balsamico, il tutto accompagnato dagli eccellenti vini prodotti nella regione come il Sangiovese o come il Pignoletto bolognese.

Chi decide di vistare questa regione e di approfondire il suo lato gastronomico non può non fare tappa alla Antica Corte Pallavicina che resta a nord ovest di Parma dove si possono vedere le cantine di invecchiamento dei prosciutti. Le cantine di questa storica tenuta risalgono al 1320 quando gli squisiti prosciutti erano destinati alla nobile famiglia Sforza di Milano. Gli edifici ne hanno viste di tutti i colori nel corso degli anni.

La famiglia attuale acquistò la proprietà nel 1990 ed ha lavorato con passione per riportare l’edificio al suo antico splendore, ripristinando gli antichi affreschi e mettendo le cantine di nuovo in uso.
Non può mancare un giro nelle”cattedrali” del Parmigiano-Reggiano dove sono maturate e dove continuano a maturare centinaia di forme di formaggio.

Un’occasione per gustare le prelibatezze locali e per visitare città bellissime come Parma, Bologna, Modena.
Città che hanno tantissimo da offrire. A Parma è imperdibile il Duomo, il Battistero, di Benedetto Antelami, l’Abbazia di San Giovanni Evangelista, il Complesso di San Paolo, che si trova tra piazza Duomo e il Palazzo della Pilotta, la Chiesa di Santa Maria della Steccata,l’ Abbazia Cistercense di Valserena, chiamata “La Certosa di Parma”, che ispirò Stendhal per il suo omonimo romanzo, la “Certosa”, ricca di opere d’arte ,la Pieve di San Pancrazio Martire, la Chiesa di San Geminiano, il Palazzo della Pilotta.

Considerato il centro storico e culturale della città, il Palazzo del Giardino che sorge all’interno del Parco Ducale; il Palazzetto Eucherio Sanvitale.
Parma è signorile ed è nota per la sua arte, la musica e la gastronomia. Le strade sembra siano state immerse nel miele. Tutto appare morbido. Le case di un elegante color seppia le vie acciottolate, le piazze, l’acqua baciata dal sole nelle fontane. Parma è morbida e dolce come la sua “erre” pronunciata dai parmensi.
In Piazza Duomo, la cattedrale romanica della città del 12 ° secolo getta ombre nebbiose sulla piazza. All’interno, si resta affascinati dal l’affresco d’oro che copre la cupola.

Parma è anche una delle principali città gastronomiche italiane, famosa per il suo prosciutto (prosciutto di Parma), il suo delizioso formaggio (Parmigiano Reggiano) e la pasta fatti a mano (tortellini e cappelletti).

Bologna

Bologna

Foto CC BYdi Gaspa

E qui abbondano i negozi di gastronomia. In Via Garibaldi ci sono la Salumeria Verdi e la Salumeria Garibaldi dove vengono venduti i migliori prodotti locali che vengono presentati come accuratamente come opere d’arte. Salsicce piccanti e prosciutti appesi in alto che penzolano invitanti, ripiani con forme di parmigiano e file di frizzante Lambrusco.

Tra i migliori ristoranti dove gustare le prelibatezze locali citiamo

Gallo D’Oro
Ottimi i tortellini con ripieno di zucca.
(Borgo della Salina 3; 0521 208846; chiuso la Domenica).

Trattoria Ai Due Platani
Appena fuori della città, serve la cucina tradizionale emiliana con un tocco contemporaneo – provate gli gnocchi con pesto di ortica (Via Budellungo 104a, Coloreto; 0521 645626; chiuso lunedì a cena, il Martedì).

La Greppia
Qui si possono gustare piatti preparati con ingredienti locali di ricette regionali autentici ed insoliti. Prenotazione consigliata (Via Garibaldi 39, 0521 233686, chiuso Lunedi e Martedì).

Bologna, il capoluogo di provincia, è sede di una delle più antiche università del mondo. Le due piazze principali, Piazza Maggiore e Piazza del Nettuno sono circondate da palazzi medievali e strade porticate. Una città dotta ed accogliente che offre tantissimo ai suoi visitatori. Da non perdere la basilica di San Petronio, la chiesa di San Francesco, la Basilica di Santo Stefano, un complesso di edifici religiosi che era originariamente composta da sette chiese.

Dalla bella, triangolare Piazza di Santo Stefano, i visitatori entrano nel la Chiesa del Crocifisso, che contiene le ossa del patrono di Bologna, San Petronio. Collegati a questa chiesa ci sono una serie di piccoli cortili, giardini e passaggi che conducono al la Chiesa del Santo Sepolcro, alla Chiesa della Trinità e alla Chiesa dei Santi Vitale e Agricola.
Mangiare fuori a Bologna è molto meno costoso di quanto si possa immaginare. I ristoranti migliori sono spesso piccoli ed a conduzione familiare. Eccone alcuni:

Trattoria Pizzeria Belle Arti dei Fratello Favaro
Questa pizzeria centrale è sempre piena e offre la migliore pizza in città, così come un menu completo di piatti di carne e pesce.
Via delle Belle Arti, 14
www.belleartitrattoriapizzeria.com
0039 051 22 55 81

Drogheria della Rosa
Non è solo un menu di piatti classici e originali perfettamente eseguiti – dai ravioli di melanzane ripieni con pomodoro fresco e basilico, al petto di faraona con miele speziato – che rende una serata alla Drogheria della Rosa un’esperienza speciale. A questo vanno aggiunti un sommelier qualificato, un servizio attento e un’atmosfera intima
Via Cartoleria, 10
www.drogheriadellarosa.it – 0039 051 22 25 29

Trattoria da Pietro
Questo piccolo ristorante è specializzato in piatti della cucina regionale dell’Emilia-Romagna, ad esempio Stinco di di maiale e cotoletta alla bolognese.
Via Dei Falegnami, 18
www.trattoriadapietro.it – 0039 051 23 06 44

Pizzeria Ristorante La Brace
Le pareti e il soffitto di questa grande pizzeria sono coperti di maglie firmate, ricordi lasciati da clienti celebri. Oltre a pizza, La Brace offre ottimo pesce, è pesce fresco consegnato tutti i giorni direttamente da Comacchio, a nord-est di Bologna.
Via S. Vitale, 15
0039 051 235656

Casa Monica
Casa Monica è una delle opzioni più creative tra i ristoranti di Bologna. Il menù mescola sapori italiani e francesi e cambia ogni giorno a seconda della disponibilità degli ingredienti locali. L’arredamento è urban chic, ma l’atmosfera è informale e il personale è cordiale. Prenotazione consigliata.
Via San Rocco, 15 – 0039 51 52 25 22