Un weekend romantico in Emilia Romagna, cosa fare e dove andare?

Emilia Romagna Panorama

Si dice Emilia Romagna e, d’istinto, si pensa alla Riviera, il paradiso del divertimento estivo marino famoso nel mondo, con i km di sabbia che hanno fatto la storia del nostro Paese, i falò in riva al mare, i tanti turisti che possono contare su, forse, la più vasta gamma di strutture e servizi italiana, con locali, discoteche e bar sulla spiaggia per estati indimenticabili, oltre all’ottima cucina, semplice, genuina e gustosissima.

Ma l’Emilia Romagna non è solo mare e divertimento: stiamo parlando di una delle regioni più versatili, in grado di offrire infinite sfaccettature, come borghi antichi, città d’arte, castelli medievali e i valichi dell’Appennino, per accontentare davvero i gusti turistici di tutti. Non è dunque difficile immaginare spunti, idee e consigli nei riguardi dei tanti viaggiatori che desiderano trascorrere un week end romantico, spaziando tra spettacolari scenari naturali, e città meravigliose ricche di storia, atmosfera e cultura, oltre naturalmente al mare e all’incanto dei suoi tramonti.

Vediamo qualche suggerimento per un fine settimana indimenticabile di coppia, partendo da uno dei Borghi più belli d’Italia, un gioiello d’arte e storia in provincia di Piacenza: stiamo parlando di Castell’Arquato, non a caso noto anche come “Il Borgo degli Innamorati”, arroccato in collina e costruito secondo la classica struttura dei borghi medioevali. Il paese, nel corso dei decenni, non ha mai subìto rilevanti modifiche, conservando pertanto l’aspetto originario, tanto che, passeggiando romanticamente nel suo centro storico, sembra di immergersi in un’altra dimensione, dal fascino antico e suggestivo. Castell’Arquato si fregia del titolo di “città d’arte”, e può vantare di aver ricevuto la Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano. Le antiche torri, i campanili e gli stretti vicoli, attorniati dalla natura rigogliosa, fanno dello splendido borgo, costruito su un terrazzo di conchiglie fossili, il luogo ideale per perdersi abbracciati alla persona del cuore. Una meta straordinaria, d’altri tempi, ricca d’incanto, per momenti dolci, perfetto per chi vive l’emozione di un amore o ha voglia di innamorarsi…

Emilia Romagna Castello

Ma Castell’Arquato, pur nella sua splendida unicità, non è il solo paese appartenente ai Borghi più belli d’Italia presente in Emilia Romagna: spicca per la sua atmosfera romantica e particolare anche Brisighella, la cittadina dell’Olio e del Vino, così com’è nota. In provincia di Ravenna, può essere considerata una perla del Parco Regionale della Vena del Gesso, nella Valle del Lamone. Antico borgo medievale e termale nell’Appennino Tosco-Romagnolo, è caratterizzata da tre colli, su cui poggiano i suoi principali osservatori turistici, la Rocca Manfrediana, il Santuario del Monticino e la Torre detta dell’Orologio. A Brisighella regnano incanto e tranquillità, tanto che fra le prestigiose certificazioni di cui è insignita, si trova anche quella di “Città Slow”, a premiare la serenità del luogo, immerso in un mare di verde, sentieri, bellezze naturalistiche e architettoniche, cornice perfetta per un week end di coppia in una terra già di per sé ospitale e ricca di sapori e tradizioni. Per il massimo del romanticismo…da non perdere, a pochi km di distanza, l‘Osservatorio Astronomico di Monteromano, dove, specie d’estate, è possibile trascorrere la serata a guardare le stelle per ore, con il naso all’insù.

Per la nostra terza tappa romantica ci spostiamo nel comprensorio delle Terre di Faenza, sempre in provincia di Ravenna, dove tradizione e cultura s’incontrano in un dedalo di luoghi molto suggestivi, collegabili fra loro e percorribili tramite un particolare circuito ad anello. Da vedere assolutamente la città che rende il nome a tale agglomerato, la splendida Faenza, storicamente nota per la sua famosa e prestigiosa produzione di ceramica. Passeggiare per Faenza significa immergersi in un suggestivo ambiente tra Rinascimento e Neoclassico, anche e soprattutto grazie alle numerose testimonianze lasciate dalle eleganti residenze che costeggiano le vie del centro storico, primo fra tutti lo splendido Palazzo Milzetti. A Faenza si fondono scultura, pittura, decorazione ed architettura, arti che raggiunsero risultati di impareggiabile livello fra la fine del 1700 e i primi vent’anni dell’800, e di cui ancora oggi è possibile godere grazie all’incanto dei luoghi e al sapiente lavoro di mantenimento e custodia. Il Borgo Durbecco, poi, che comprende parte del territorio di Faenza, diviso dal fiume Lamone, è un piccolo gioiello, ritenuto “una città nella città”, unito al centro mediante l’antico ponte turrito, che campeggia anche nel gonfalone rionale su cui possiamo vedere rappresentati le 4 porte medievali che si aprivano nella sua cerchia muraria del Borgo, Porta Casaretta, Candiana, Torretta e Porta delle Chiavi (verso Forlì), l’unica ancora presente.

Sorseggiando uno dei tanti vini delle colline emiliane, che accompagnano primi piatti incredibilmente gustosi, non per nulla rinomati nel mondo, dalle tagliatelle, alle lasagne ai tortellini, ideali per una cena romantica con l’anima gemella, ma anche per serate illuminate da suggestive luci ad olio, disseminate nelle tante stradine ciottolose, fermandosi di tanto in tanto per ammirare i paesaggi naturali mozzafiato, sia verso l’Appennino che sul mare, è consigliabile una visita a Verucchio. Siamo in provincia di Rimini, sulla Valmarecchia, a pochi passi dalla riviera e dall’Adriatico. Questo delizioso paese saprà stupire ogni visitatore, ancora una volta, con le splendide architetture medioevali, fra cui spicca in assoluto la Rocca Malatestiana, conosciuta anche come Rocca del Sasso a causa della sua posizione, proprio in cima ad una sporgenza di pietra, in grado di offrire una perfetta veduta romantica, specie al tramonto, capace di far innamorare anche i più scettici…

Emilia Romagna colline

Siamo in provincia di Rimini, abbiamo detto e, dunque, non possiamo concludere senza citare comunque almeno una delle località di mare più celebri e rinomate della zona: stiamo parlando di Riccione, la Perla Verde dell’Adriatico e della Riviera romagnola. Famosa nel mondo fra le più rinomate località balneari dell’Italia vacanziera, Riccione è senza dubbio una città di tendenza, dove si mescolano eleganza, moda, atmosfera frizzante, movida notturna, terme, km di spiaggia attrezzata e discoteche tra le più popolari del Paese, rendendo la località perfetta per ogni situazione, dalla vacanza per famiglie al week end più stravagante o romantico che ci sia.

Il suo salotto è Viale Ceccarini, un concentrato di glamour e animazione diurna e serale: facile perdersi con lo sguardo fra le tante boutique alla moda, per arrivare all’ora dell’aperitivo in uno dei numerosi lounge bar lungo le due sponde del viale, per un contatto diretto con le ultime tendenze, preludio di una cena a lume di candela in riva al mare. Riccione però è anche arte e cultura, come dimostrano le sue due Ville principali, Villa Franceschi, d’inizio Novecento, che ospita la Galleria di arte moderna, e Villa Mussolini, in pieno centro, a ridosso del lungomare, ex casa vacanze del Duce, che propone mostre e attività culturali durante tutto l’anno.