Viaggio a Loreto tra religione, cultura, feste e relax

L’Italia trasuda arte e cultura in ogni suo angolo e di questo immenso patrimonio fanno parte chiesi, luoghi sacri e santuari tra i più importanti del mondo. Questa straordinaria varietà rende alcune località della nostra penisola delle vere e proprie mete di pellegrinaggio o di turismo religioso. Abbiamo differenziato questi ultimi due termini a ragione, dato che si tratta di due diverse concezioni di viaggio: per pellegrinaggio si intende il viaggio compiuto unicamente a fini religiosi e spirituali, mentre per turismo religioso ci si riferisce al viaggio che, nonostante abbia come principale movente la fede e, dunque, la visita ad un monumento considerato sacro, intende apprezzare anche le qualità artistiche e architettoniche dell’edificio stesso e di altri eventualmente presenti nelle vicinanze.

Loreto Piazza DuomoFoto CC-BY-SA di Massimo Roselli

Tra i tanti monumenti religiosi che vengono scelti come meta di viaggio ogni anno da tanti turisti e pellegrini c’è la Basilica della Santa Casa di Loreto. Quest’ultimo è un paesotto marchigiano di 12.500 abitanti appartenente alla provincia di Ancona e situato nei pressi di una delle zone più incantevoli della regione del centro-Italia: la riviera del Conero.

A pochi minuti di distanza da località marine splendide quali Numana e Sirolo sorge dunque questo piccolo gioiello. Esso deve la sua fama in larga parte proprio per la presenza della già citata Basilica della Santa Casa, importantissimo santuario mariano tra i simboli della cristianità a livello mondiale. Il motivo è presto detto: al suo interno risiedono i resti della Sacra Casa di Nazaret, dimora di Gesù e Maria Maddalena. Questa importante struttura religiosa, raggiunta ogni anno da circa 4 milioni di pellegrini, è stata visitata nel corso della storia da papi, santi e personaggi storici di grande rilevo. Tra di essi anche Cristoforo Colombo, che trovò riparo nella ridente cittadina marchigiana in seguito a una tremenda burrasca.

La struttura gotico-rinascimentale, al di là della sua enorme valenza simbolica, è davvero affascinante ed è un vero piacere per gli occhi osservare il quadro d’insieme rappresentato dalla facciata in pietra bianca d’Istria, dal Campanile Vanvitelliano e dalla splendida cupola ottagonale.

Una delle attività da non perdere durante un tour del Santuario è il caratteristico camminamento di ronda. Si tratta di corridoi che sporgono nella parte alta della Basilica, costruiti ai tempi con finalità di difesa militare. Visitando il Santuario di Loreto è possibile passeggiare lungo questo percorso davvero caratteristico sfruttando l’occasione per ammirare la suggestiva vista sullo sfondo, che comprende il mar Adriatico e i Monti Sibillini.

La Basilica della Santa Casa è situata al centro di Piazza della Madonna e al termine della caratteristica Via Lauretana, strada che conduce i pellegrini proprio dinnanzi all’imponente santuario. A contribuire a rendere gradevole la vista della piazza c’è da segnalare la presenza di due altri affascinanti monumenti: il Palazzo Apostolico sito nella parte nord-est e il Monumento a Papa Sisto V, scultura realizzata nel 1587 da Antonio Calcagni. Il Palazzo Apostolico ospita il Museo Pinacoteca della Santa Casa; esso merita davvero una visita, vista la sua grande collezione di tesori antichi. Al suo interno sono infatti presenti dipinti, sculture e oggetti di varo tipo che sono stati donati al Santuario nel corso dei secoli.

Per poter ammirare di persona questi splendidi monumenti va bene qualsiasi periodo dell’anno, anche se raggiungere Loreto in gennaio o nel periodo estivo vi regalerà qualcosa in più:

– Gennaio: recandovi a Loreto la terza domenica di gennaio potrete partecipare a una delle più coinvolgenti feste popolari dell’intera regione: la Festa di S. Antonio Abate. La manifestazione si apre ogni anno con la distribuzione del pane benedetto in Piazza della Madonna per poi proseguire con la caratteristica benedizione degli animali in Piazza Leopardi: qui vengono radunati non solo cani, gatti e conigli, asini e mucche, ma anche animali esotici delle razze più varie. Al termine della benedizione si svolge una spettacolare sfilata in costumi tradizionali fino a Piazza della Madonna, dove al termine della mattinata ha luogo la benedizione conclusiva.

– Giugno-Luglio-Agosto-Settembre: il periodo estivo è quello ideale per poter abbinare al viaggio religioso-culturale un po’ di relax in una delle spettacolari spiagge presenti nei pressi di Loreto. Numana e Sirolo offrono il mare più cristallino di tutta la regione e distano poco più di 10 km dalla città della Basilica della Santa Casa.

In conclusione, ecco due link utili che vi consentiranno di gustarvi al meglio il vostro soggiorno nella cittadina marchigiana:

Visita Santuario Loreto: tutte le info e i prezzi per il tour della Basilica, del Museo e i Camminamenti di Ronda.

Hotel La Vecchia Fattoria a Loreto: sistemazione 3 stelle con certificato d’eccellenza Tripadvisor.